Educazione

Tutto è possibile!

Ciao a tutti!!

Bentornati nel mio blog!!

Oggi vi propongo un argomento che interesserà sicuramente MILIARDI di mamme e di babbi !!!!

L’argomento di oggi è………

OHHHHHHHH……

Come tornare…LEN-TA-MEN-TE

A DORMIREEEEEEEEEE !!! 🙂

Sì avete letto BENE, perché, insomma, lo sanno tutti prima o poi che avere un bambino sia sì una gioia immensa per la coppia, però però.. si sa anche che non sia esattamente una passeggiata da quel punto di vista, non è verooo?!

Ehhhh gia!! Esattamente così !!

MA…. ho una buona notizia per voi, soprattutto per le NEO-MAMME che spero di non aver spaventato più di tanto!!

NON SARA’ PER SEMPRE COSì !! 🙂

Ecco ora inizio ad avvertire un leggero fastidio alle orecchie!!

Forse perché, GIUSTAMENTE, qualcuna di voi me ne starà dicendo di tutti i colori, MA ASPETTATE!!

Volevo dire che……sì è vero che non sarà così per sempre, MA nel frattempo ci sono dei piccoli accorgimenti, magari da adottare, per far sì che i vostri adorati cucciolotti non si sveglino troppo spesso, ecco! 🙂

Scherzi a parte, ovviamente, è vero che il babbo e la mamma devono poter riposare, però anche i vostri piccoli hanno bisogno piano piano di trovare un proprio equilibrio per dormire in modo sereno.

Dunque escludendo i risvegli notturni, per fame, nei primi mesi di vita che sono assolutamente normali; dai 3/4 mesi potrebbe essere utile iniziare, sempre in modo mooolto flessibile data la tenera età, a ricreare una certa routine, sempre nel rispetto delle sue richieste, per trasmettergli quanto più possibile momenti di serenità e tranquillità.

Più vi mostrerete rilassate ed in sintonia con il vostro bimbo, migliore sarà la sua risposta nei vostri confronti.

Il tutto ovviamente avverrà in modo naturale, però certamente è possibile migliorare ancora di più, questa MERAVIGLIOSA esperienza, con qualche piccolo accorgimento.

Ad esempio… è molto importante ricreargli uno spazio silenzioso, confortevole e poco illuminato durante la fase di addormentamento.

Con il passare del tempo, nel mio lavoro, mi è capitato molto spesso di notare, in molte case, l’utilizzo del lettino a cancelli. In effetti, se ci pensiamo bene da quanto tempo esiste?? Una vita!! 🙂 E’ sempre stato visto, infatti, come l’oggetto più sicuro e confortevole per il proprio bambino! Per tale ragione, infatti, è ed è sempre stato acquistato.

Recentemente mi è capitato, però di vedere ed apprezzare un’altra soluzione davvero semplice, efficace ed a basso costo!

Sto parlando del lettino MONTESSORIANO, esatto!!:) Da quanto ce lo hanno pubblicizzato, in effetti, ed avendo una visione storica alla base, decisamente distante, da questo tipo di oggetto; probabilmente non è stato valutato adatto dalle famiglie e dunque poco apprezzato.

Magari….ciò potrebbe essere accaduto, appunto, perché siamo stati abituati nel tempo a vedere il lettino a cancelli, come l’unico posto sicuro ed appropriato dove addormentare il proprio bambino. Per questo, forse, ci è apparsa un’idea un po’ bizzarra quella di sistemare:…. “CHI?? IL PROPRIO CUCCIOLO in terra su un semplice materasso?? MA SCHERZIAMO” ?! 🙂

Vi prendo un po’ in giro, ma perché a me piace molto scherzare su alcuni punti e chi mi conosce, lo sa bene! Dunque non voglio questionare, in alcun modo, su quale sia la soluzione di riposo più appropriata per il proprio bambino, perché è una scelta assolutamente del tutto personale.

Io personalmente.. preferisco lo stile montessoriano e badate bene non mi riferisco a quelle bellissime costruzioni che stanno realizzando in legno che sono sì molto belle e d’effetto, però non sempre hanno prezzi ragionevoli. Forse, perché appunto ora è un po’ una moda e come al solito c’è chi se ne approfitta un po’.

Ciò che intendo, invece, è un buon materasso da posizionare in terra, magari in un angolo della stanza, e circondarlo da tanti cuscini bassi e soffici, nel caso in cui il vostro bimbo dovesse volteggiare durante la notte! 🙂

Preferisco molto questa soluzione, rispetto alle altre, perché così è possibile liberare la propria creatività ricreando, a proprio gusto, un delizioso angolino magico e colorato!! Che ne pensate??

Secondo me è un’ottima soluzione, soprattutto perché così facendo, dai 4 mesi in poi, mettereste il vostro bambino in condizione di iniziare a vivere la propria camerina stimolandolo sempre più ad esplorala e permettendogli di raggiungere, a poco a poco, la sua piccola INDIPENDENZA.

Il VERO ed AUTENTICO traguardo, in fondo, per ogni bambino! 😉

Un altro piccolo accorgimento potrebbe essere quello di abituare il bambino ad addormentarsi in braccio, proprio perché avvolgendolo tra le braccia si sentirà più protetto e dormirà certamente sonni più sereni.

Sconsiglio l’addormentamento nel passeggino, perché spesso, I FURBETTI, si abituano al dondolio delle ruote sul ghiaino e se un giorno, il tempo non vi è amico, potrebbe essere difficoltoso addormentarli in casa. Lo so.. i “magici sassolini” sono infallibili, ma meglio giocarci o farli calpestare all’aperto nelle belle giornate! 😉

Quindi..dopo averli addormentati in braccio…

sarebbe buona cosa poggiarli nel proprio lettino ricreandogli, magari con l’aiuto dei cuscini semicircolari (come quello dell’allattamento), un piccolo nido per circoscrivere la sua zona confort facendolo sentire, come tra le braccia della mamma.

Provate a poggiarlo su un fianco o a pancia sotto, dormirà MOLTO di più del solito! 😉

In fine, è buona abitudine lasciare il proprio bambino, dai 6 mesi in poi, a persone, diverse e fidate, anche solo per qualche ora. Questo lo aiuterà moltissimo ad interagire con persone diverse dalla propria mamma e soprattutto ad adattarsi a contesti diversi dal solito.

Vi è piaciuto questo articolo? Lo avete trovato utile?

Siete d’accordo o in disaccordo su qualche punto? 🙂 Scrivetemi liberamente, sono qui apposta per voi!

Grazie infinite per la vostra disponibilità!

A prestissimo!!

Foto di Brooke Cagle da Unsplash

Foto di Juli Kosolapova da Unsplash

Foto di Antevasin Nguyen da Unsplash

Related Posts